Scozia

 

Finalmente rimetto piede in questa nazione, per la seconda volta, dopo circa 12 anni, ma stavolta non sarà una semplice “toccata e fuga” in moto, bensì un bellissimo viaggio organizzato insieme a Paolo, dove prevediamo di girare la Scozia a cerchio usando come partenza e arrivo Glasgow, la sua città natale.

Un tragitto effettuato in auto lungo 3000 km, dove ogni tappa ci ha regalato posti unici, tante emozioni e mangiate a sbafo di piatti tipici, dove non ho rinunciato a portare con me lo scafandro della mia fotocamera subacquea e qualche piccolo accessorio per poter effettuare snorkeling.

Il mio obiettivo era entrare in ogni pozza d’acqua e fare foto a mezz’acqua. Ma altro che pozze, mi sono ritrovata ad immergermi in freschissime cascate fatte di sorgenti naturali, di posti dove le fate ci fanno il bagno, di luoghi in cui il demonio ci vive, di fiumi che sfociano creando laghi che sono famosi in tutto il mondo, di vedere pecore e mucche pascolare liberamente senza recinzioni, di sensazionali castelli posti ad ogni sponda sui fiumi. Questa è la Scozia!

  

Parco Nazionale Loch Lomond – Falls of Falloch

 

Eilean Donan Castle

Il nome significa “Isola di Donan” e deriva da San Donan colui il quale ha risieduto e cristianizzato l area. Questo castello è bagnato da tre affluenze che formano il lago di Loch Duich. Il ponte che da accesso al castello è stato costruito tra il 1912 e il 1932 dal clan McRae che lo collega alla cittadina di Dornie. E’ uno dei castelli più famosi della Scozia, in quanto è stato visto in tanti film.

L’sola di Skye

Situata a Nord della Scozia racchiude tante bellezze storiche come i castelli, naturalistiche come le piscine naturali create grazie a tantissime cascate d’ acqua, il tutto racchiuso da un paesaggio incontaminato dal passaggio dell’uomo che la rende una bellezza unica con i suoi colori vividi e contrastanti della natura stessa.

 

Quest’isola fa parte dell’arcipelago delle Ebridi ed è collegato alla terraferma dal famoso ponte denominato Kyle of Lochalsh, dopo l’attraversamento di questo ponte vi troverete a contatto diretto con un paesaggio selvaggio semplicemente fantastico dove non mancheranno degli incontri con gli animali caratteristici tra cui pecore, capre e la tipica mucca scozzese dal pelo lungo.

 

 Dunvegan Castle

Questo castello è tutt’ora abitato dal clan MacLeod.

The Fairy pools

Per poter visitare queste meraviglie della natura, bisogna sacrificarsi un po, in quanto per poterle raggiungere bisogna effettuare un percorso trekking su rocce sconnesse e attraversamenti tra le gelide acque delle cascate, ma vi assicuro che ne vale davvero la pena…

Fairy Glen, Uig

Spostandosi ancora più a Nord è possibile visitare un’altra meraviglia di questa zona dove questo percorso vi condurrà su certe vette rocciose dove il verde intenso della natura avrà il predominio. La vetta rocciosa più alta è denominata Castle Ewen e la caratteristica disposizione di alcune pietre messe a spirale e non solo, daranno un aspetto geometrico alla natura stessa.

Portree

E’ la cittadina di Skye più grande ed è conosciuta per il suo porto e i pescatori che ci vivono, è il posto giusto per poter degustare il pesce locale tra gli svariati ristoranti che ci sono in città e pernottare nei Bed & Breakfast.

Inverness

Famosissima città per la presenza del fiume Ness che si congiunge davanti agli occhi di questa città creando il lago Loch Ness. Sul River Ness ci sono i ponti pedonali che danno un aspetto caratteristico al posto e consentono di attraversare il fiume. Io mi sono cimentata nel fare qualche scatto dal River stesso per dare una proiezione diversa dal solito della città.

 

Castle of Urquhart

 

Loch Ness

Antica leggenda del mostro Nessie nata nel 1933 ed alimentata fino al 1985, dove delle persone del posto sostengono di aver visto aggirarsi nel lago questo mostro dalla caratteristica forma di un dinosauro preistorico. Tra foto effettuate e sottomarini che hanno tentato di trovarci qualcosa di palesemente tangibile di questa storia, non hanno fatto altro che aumentare i dubbi e soprattutto il mistero di questa leggenda.

Di realistico si può dire che questo lago ha una larghezza delle sponde che in certi tratti arriva a 1,5 km ed è lungo circa 37 chilometri, profondo circa 200 metri è un vero pozzo di acqua marrone scura.

 

The Devil’s Pulpit – Blood River

Questo luogo è davvero mistico e affascinante, non capita tutti i giorni di ritrovarsi nel bel mezzo di una foresta, in una gola ripidissima centinaia di metri dove per poterci arrivare, bisogna attrezzarsi in modo adeguato con scarpe da trekking, portarsi il minimo necessario e… perchè no, bagnarsi e camminare liberamente tra queste meravigliose cascate che danno all’acqua questa caratteristica colorazione rosso sangue grazie alle rocce che sprigionano la colorazione rossiccia.

Pareti alte cento piedi, ti senti inghiottito dalla terra e forse dalla natura stessa trovandoti sulla riva di questo fiume indemoniato, tra fango rosso scalini ripidissimi e scivolosi, per poterci arrivare è un’impresa per pochi ma una volta li, ti perdi nella natura a Finnich Glen.

Mi sono sentita talmente persa e catturata da questo posto, al punto da immergermi in queste cascate e attraversare questo fiume d’acqua insanguinato per poter immortalare immagini inedite, mai viste! E’ stata un esperienza sensazionale, unica.

La leggenda narra che se si beve un sorso d’acqua di questa sorgente e si menta subito dopo, la sua anima bruci all’istante. Da questo è nato il nome: Il pulpito del Diavolo. Il verde della natura contrasta fortemente con il rosso dell’acqua, un paesaggio unico che ti lascia interdetto.

The Farne Island

Un arcipelago composto da circa 15 isole che più che altro sembrano scogliere che emergono a seconda delle maree, sono situate nel Mare del Nord e fanno parte del territorio del Regno Unito – Inghilterra, sul lato Nord – Est.

 

Mi sono immersa in questa zona con una temperatura dell’acqua che si aggirava intorno ai 12°C. Ho potuto constatare che ci sono tante foche e non solo, ho ammirato circa 10 meduse di varie dimensioni del genere Cyanea capillata, chiamata la medusa criniera di leone per la caratteristica colorazione rosso-arancio e può raggiungere dimensioni oltre il metro di lunghezza ed è considerata estremamente urticante per l uomo e molto pericolosa (fonte Focus).

Riguardo le foche sono molto socievoli ed incuriosite dalla presenza umana in acqua, è stato bellissimo instaurare un interazione e poter nuotare insieme a loro. Snorkeling con le foche