Pulizia fondali Maggio 2018

Anche quest’anno ho partecipato a questa iniziativa promossa dal Comune di Sorrento come socia dell’associazione Jacques Cousteau di Vico Equense.

Tante associazioni hanno aderito e non sono mancate le forze dell’ordine tra cui la Guardia di Finanza con i sommozzatori di Nisida e il corpo della Guardia Costiera.

Con l’organizzatore Luigi di Prisco, consigliere comunale del comune di Sorrento, ha organizzato due squadre suddivise con le forze dell’ordine che si sono separate tra il pontile e la scogliera che delimita il molo di Marina Grande.

Io e Marco Gargiulo siamo stati i fotografi subacquei e ci siamo suddivisi in queste due squadre per documentare con le foto i materiali che sarebbero stati rimossi.

Con i sommozzatori della Guardia Costiera e alcuni componenti dell’associazione Ercosub ho effettuato questo reportage fotografico nel quale si evidenzia uno stato degradante di oggetti e rifiuti gettati a mare, dove anche i pescatori locali non si curano di lasciare reti abbandonate sul fondale, nasse, tubolari e oggetti di plastica.

_18I4996 _18I4974

Durante questa pulizia non manca di osservare alcuni pesci che stazionano incuriositi alla rimozione di questi oggetti. Tra castagnole, scorfanotti, bavose, granchi, stelle marine e ricci anche un cavalluccio marino assiste alla scena del pallone di sollevamento che fa riemergere una trave.

_18I5071                                   _18I5034

Sono stati rimossi circa 3 tonnellate di rifiuti tra cui anche oggetti in legno.

_18I4982          _18I4998

Grazie al supporto della società ecologica Penisola Verde questi rifiuti sono stati opportunamente smaltiti.

Articolo su Repubblica Napoli