Misenum coast to coast

Miseno è una frazione del comune di Bacoli sito nel Golfo di Napoli, questo nome è legato anche alla mitologia ed è stato usato dal poeta Virgilio nell’ Eneide che ricorda un trombettiere dell’ esercito troiano, compagno di Enea che decise di dargli sepoltura qui, trovando la morte annegando tra i flutti.

Parete di Miseno

Misenum venne usato nell’ epoca dell’ impero romano come base portuale per le flotte navali, in età augustea divenne il più importante porto militare dove la storia ha affondato le sue radici nell’ archeologia dove in questa zona sono abbastanza visibili.

Percorso Miseno Satellite
Parete Miseno dalla Dragonara fino a Capo Miseno
Scoglio dei Cannoni, Miseno
Scoglio dei cannoni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le Peschiere

Dalle prime volte in cui ho cominciato ad immergermi in questa zona, ne sono rimasta molto colpita in quanto sotto la superficie dell’ acqua visibili già nei primi metri ci sono i resti di peschiere appartenenti alla Villa di Lucullo, che a causa del bradisismo sono sommerse in circa due metri d’ acqua, parziali mura perimetrali di ambienti scavati nel tufo, passaggi semi sommersi che conducono in cisterne d’ acqua, misto al fascino di trovare su queste mura tante forme di vita bentoniche attecchite ed altre invece pelagiche.

            

Secoli di storia il mare custodisce in questi luoghi partenopei che lasciano un grande senso di stupore correlato alla voglia di continuare a scoprire questi tesori sommersi per portarli alla luce e mostrarli, attraverso la fotografia, a tutti coloro che in qualche modo ne restano affascinati.

               

I tunnel che fanno parte del promontorio di Miseno, dove su queste pareti ci sono diverse spugne ed alghe rosse del genere asparago marino.

                                                                   

Nudibranchi di piccoli e media grandezza del genere umbraculum, Trapania, Felimare e Thuridilla.

               

Insenature con grottini partono dalla costa alta decine di metri nel quale è visibile la caratteristica colorazione del tufo giallo napoletano, seguendole con lo sguardo si arriva fino alla superficie dell’ acqua ma continuando a guardale con una maschera, sotto la superficie dell’ acqua, si nota il prolungamento di queste fondamenta rocciose per decine di metri sotto il livello del mare…Il vento continua a modellare questa costa che in certi tratti è completamente esposta al Golfo di Napoli, creando questi scenari molto caratteristici.

Le insenature

Tante sono le insenature di questa costa, alcune sono conche, altre sono aperture simili a tunnel aperti da entrambi i lati della costa, altre invece sono dei piccoli grottini chiusi.

                

 

               

 

Capo Miseno

Capo Miseno delimita il Golfo di Pozzuoli per estendersi al Golfo di Napoli ed è un’ autentica finestra sulle isole di Procida ed Ischia. Ha la caratteristica forma di un vulcano oramai spento è alto circa 160 metri su cui c’è il famoso faro bianco di Capo Miseno.

Proprio sotto il costone del faro, dal fondale si evidenzia un’ intensa attività di piccole fumarole che grazie alla fortunosa giornata in cui ho effettuato queste foto nella quale l’acqua era molto limpida, ho potuto notare.

Lo scoglio dei cannoni, ha una bella caratteristica sotto la superficie dell’acqua ed anche su queste pareti non mancano le forme di vita.

                                      

 


2 risposte a "Misenum coast to coast"

  1. Articolo interessante, molto spesso non sappiamo la storia di quello che abbiamo sotto il naso, tesori a portata di mano, la cosa assurda e che le persone d’estate si fanno il bagno non sapendo di nuotare sopra un tesoro.
    Grazie Imma per portarci a conoscenza delle bellezze della nostra terra.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...